martedì 25 luglio 2017

RECENSIONE: Bastardo fino in fondo di Penelope Ward e Vi Keeland


Buon pomeriggio!
Qualche giorno fa ho preso parte al Blogtour (trovate qui la mia tappa) di Bastardo fino in fondo, il frutto della collaborazione tra Penelope Ward e Vi Keeland e portato in Italia dalla Newton Compton, spiegandovi perché, secondo me, è un libro che non potete e non dovete lasciarvi sfuggire. Oggi però ve ne parlo ancora, questa volta in una vera e propria recensione. Di Chance e di Costoletta la capretta non se ne ha mai abbastanza, quindi non potevo mancare!

Trama
Un australiano sexy e arrogante di nome Chance. Era davvero l’ultima persona in cui mi aspettavo di imbattermi nel mio viaggio attraverso il Paese. Quando la mia macchina si è rotta, abbiamo fatto un accordo: niente programmi, saremmo andati avanti per miglia e miglia passando notti sfrenate in motel sconosciuti senza limiti e senza una meta precisa. E così quello che doveva essere un normale viaggio si è trasformato nell’avventura della vita. Ed è stato tutto davvero incredibile finché le cose non sono diventate serie. Lo desideravo, ma Chance non si esponeva. Pensavo che mi volesse anche lui, invece qualcosa sembrava trattenerlo. Non avevo intenzione di perdere la testa per quel bastardo arrogante, soprattutto da quando avevo saputo che le nostre strade stavano per dividersi. D’altra parte si dice che tutte le cose belle prima o poi finiscono, o no? Forse è così, o forse ero io che non volevo vedere la fine della nostra storia...

Aubrey è in viaggio verso la California, verso la sua nuova casa e il suo nuovo lavoro, tutta la sua vita in macchina e niente più che la trattiene, niente che la lega al passato, quando incontra Chance in una stazione di servizio. Un piccolo battibecco, qualche battutina arrogante, un fantastico accento australiano, qualche fantasia su Charlie Hunnam e una Harley-Davidson e niente più. Le loro strade, come si sono scontrate, stanno già per separarsi. Peccato che l'auto della ragazza abbia una ruota a terra e lei nessuna idea di come cambiarla. Se già vi immaginate la classica scena del principe azzurro che arriva in soccorso della dolce donzella in difficoltà, fate marcia indietro. In questo romanzo non c'è nulla di convenzionale o di poco originale, lo scoprirete presto. Anche Chance è infatti rimasto a piedi e un aiuto serve a lui tanto quanto a Aubrey. La destinazione è la stessa, ognuno ha qualcosa che serve all'altro ed è così che, tra doppi sensi e frecciatine, inizia il loro viaggio attraverso gli Stati Uniti. 
"Se ti cambio la ruota, tu mi fai montare con te". "Montare con me?" "Montare su di te". "Cosa hai detto?" "Hai le allucinazioni".
Tutta la prima parte del libro è raccontata in prima persona dal punto di vista di lei ed è il classico romanzo on the road. Due sconosciuti che iniziano un viaggio insieme, un percorso un po' pianificato e un po' improvvisato, la sosta nei motel, gli snack, la musica, l'amore che cresce piano piano, tra una sosta e l'altra. I due, infatti, passando del tempo insieme e a stretto contatto, imparano a conoscersi e diventa sempre più difficile nascondere l'attrazione e il sentimento che si sta sviluppando. Nessuno voleva imbattersi in una relazione, ma è Chance quello che più si trattiene, quello circondato da un velo di mistero. Una volta raggiunta la destinazione, il viaggio deve finire, erano questi i patti. Ma, dopo tutto quello che hanno condiviso, Aubrey non è pronta a salutare il suo compagno di avventura... e lui? Più la California si fa vicina, più le sue parole sembrano un addio. 
"A volte bisogna perdere tutto per capire di cosa si ha bisogno".
Nella seconda parte il narratore diventa Chance e viviamo con lui tutti i tentativi di riprendersi in mano la propria vita dopo una pausa. Non voglio rovinare la lettura a nessuno e quindi non posso entrare troppo nello specifico, ma sicuramente grazie a questi capitoli capiremo che Bateman ha veramente poco del "bastardo". Avremo le risposte di cui avevamo bisogno, lo apprezzeremo anche di più e scopriremo il suo lato dolce e i suoi gesti romantici. Gesti che lo classificano leggermente come stalker, ma in amore tutto è lecito, giusto? E noi non potremo fare altro che tifare per lui.
"Ti voglio sotto di me ogni notte e davanti a me ogni mattina, a colazione. Cazzo, voglio te per colazione. Non sarò soddisfatto finché non ti avrò tutta".
Vi ricordate quando, poco fa, dicevo che in questa storia non c'è niente di tradizionale? Ecco, ora capirete davvero. Non servono per forza i bambini per rendere due persone genitori, spesso anche l'amore per un animale domestico può servire ad unire due cuori. Tanti si definiscono, a tutti gli effetti, mamma e papà di un cane, un gatto, magari anche un coniglietto... ma di una capra? Qui sta la genialità di queste due autrici, nel rendere perfettamente credibile la storia di questi due che se ne vanno in giro con una capra cieca e che sviene ogni volta che si spaventa. Pensavo che non mi sarei mai ritrovata a dire una cosa del genere, ma Costoletta la capretta ha conquistato il mio cuore, così come quello di Aubrey e Chance. E, nonostante le alternative, per me il suo nome è questo.

Insomma, io continuo a voler consigliare questa lettura. Bastardo fino in fondo è sexy, è divertente, è passione, ma anche sentimento. Intrattiene, e lo fa benissimo, ma insegna anche a prendersi le proprie responsabilità, a lottare per quello che si vuole, a dimostrare amore in ogni modo, anche sbagliando. Sono molto soddisfatta del contenuto (un po' meno della forma, ma questa è colpa "nostra"; continuo a dire che un po' più di cura nella traduzione e nell'editing può fare la differenza), e anche della cover italiana perché stiamo decisamente facendo progressi (il livello delle cover originali è ancora lontano, ma almeno ci stiamo avvicinando). Ora, quindi, non avete più scuse: leggete questo libro, sotto l'ombrellone o sotto il condizionatore, ma leggetelo!

Al prossimo libro!
Veronica

2 commenti:

  1. Ciao, innanzitutto complimenti per il blog e per le recensioni; sei veramente brava! Volevo sapere se ti va di passare dal mio blog, ho appena pubblicato il mio primo W.W.W... Wednesday http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/07/www-wednesday.html se ti va diventa anche lettrice fissa, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta, grazie mille! Passo subito a trovarti :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...